istituto - Istituto Modai

VAI
Vai ai contenuti

Menu principale:


Chi siamo:



L'ISTITUTO MOD.A.I.

L’Istituto Mod.A.I.® ha l’obiettivo di tradurre in pratica le più recenti scoperte della ricerca sul canto e sugli strumenti attraverso lo sviluppo e la formazione in materie correlate al suono. L'ambito di lavoro è principalmente  l'Ergonomia e la Fisiologia Applicata alla prestazione artistica, arricchito da aspetti didattici e rieducativi. La pedagogia dell'Istituto nasce dagli studi condotti dal Metodo Funzionale di Gisela Rohmert nella facoltà di ergonomia dell’Università Tecnica di Darmstadt (Germania) e mantiene una stretta e importante cooperazione con il Lichtenberger Institut. Le osservazioni di base invece avvengono attraverso collaborazioni con specialisti di settore, liberi professionisti, enti pubblici e privati. Il risultato è una sorprendente ed innovativa metodologia, frutto di continue ricerche, capaci di colmare le tradizionali lacune derivanti dalla scarsità di studi ininterrotti e dalle ataviche incomprensioni fra artisti e scienziati.


Origine della Pedagogia
Docenti dell'Istituto Modai
Contatto



Cosa facciamo:



FORMAZIONE PROFESSIONALE

L'Istituto Mod.A.I. propone una Formazione Professionale a tutti i livelli. Due Aree Disciplinari prevedono corsi, lezioni e un'Accademia Artistico-Pedagogica. Le attività sono adatte al semplice curioso, a chi deve superare delle difficoltà riabilitando la funzione, all'amatore del canto o dello strumento, al corista che nonostante l'impegno amatoriale si trova a dover fronteggiare situazioni professionali e al vero e proprio professionista. I Progetti Formativi Aziendali invece spaziano dalla Comunicazione (Team-building, Marketing, Risorse umane, ...) all'Aggiornamento Professionale (ECM, ...)


Progetti e Sviluppo
Innovazioni
Pubblicazioni
Formazione:  l'Accademia Modai



Come facciamo:



EDUCHIAMO L'ASCOLTO DEL TALENTO

Nella pratica ci si dedica allo sviluppo della funzione vocale attraverso stimolazioni
e non tramite la più comune manipolazione degli organi fonatori. L’indiscussa efficacia di questa pratica è basata sulla messa in moto di patterns sonori ideali capaci di attuare una sinergetica interazione con il sistema nervoso di chi esegue e di chi ascolta. Il modello acustico che ne consegue permette di esaltare la prestazione oltre il livello medio, infrangendo i limiti tecnici dell’esecutore, ottimizzando le risorse psico-motorie ed ottemperando quindi al raggiungimento del massimo risultato con il minimo dispendio energetico dal punto di vista fisico. In questo scenario è il suono stesso ad indicare al cantante e allo strumentista le modalità del proprio sviluppo.


Cosa significa Mod.A.I
Come funziona il Modello Acustico
Le testimonianze di chi ha provato


 
Torna ai contenuti | Torna al menu